Monitoraggio collisioni - Sequoia
684
page-template-default,page,page-id-684,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.5,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Monitoraggio collisioni

Monitoraggio collisioni

La necessità di aumentare la produttività delle macchine utensile ha portato ad incrementare sempre di più la velocità con cui le macchine eseguono le lavorazioni sia in termini di velocità di taglio sia in termini di movimentazioni assi. Questo, da un lato, ha comportato un aumentato rischio di collisioni anche gravose fra utensile e pezzo in lavorazione dovute essenzialmente ad errori (errata programmazione del controllo numerico, errato posizionamento del pezzo in lavorazione, movimentazioni manuali), dall’altro ad una maggiore gravosita in termini di forze che si scaricano sul madrino a seguito di microurti difficilemente evitabili che comunque possono essere frequenti nel contatto fra utensile e pezzo in lavorazione.

 

Nel primo caso un urto incotrollato può provocare seri danni sia al pezzo in lavorazione sia alla macchina stessa con potenziali costi di riparazione. Nel secondo caso, i microurti, possono causare il fenomeno di brinneling sui cuscinetti del mandrino aumentandone in modo notevole l’usura.
Monitorare le collisioni, da un lato per evitare conseguenze potenzialmente catastrofiche, dall’altro per tenere sotto controllo i possibili effetti di micro-collisioni sullo stato di usura dei madrini è quindi fondamentale.
SeTAC rappresenta lo strumento perfetto per effettuare questo tipo di monitoraggio continuo. Il sensore triassiale rileva le collisioni in qualsiasi direzione e lo speciale algoritmo interno pemette di distiguere chiaramente le collisioni da movimenti normali della macchina utensili e da normali fenomeni vibratori tipici dei processi di lavorazione. Tutte le collisioni vengono automaticamente registrate nella memoria interna , i dati sono quindi utilizzabili per valutare la gravosità dei processi di lavorazione, migliorarli e valutare l’influenza sull’usura dei cuscinetti. Infine, può generare un allarme relè estremamente veloce, con un tempo di reazione inferiore ad 1 ms, in grado di essere utilizzato per fermare in modo immediato la macchina.